Quale metodo stampa per il tuo manifesto, digitale o tipografica ?

Quale metodo stampa per il tuo manifesto, digitale o tipografica ?

Per le affissioni su Rimini, Riccione o Pesaro e Fano ci conviene la stampa digitale o tipografica ?

Sono molte differenze tra la stampa Offset e quella Digitale e prima di poter scegliere tra un metodo o un altro è sicuramente utile tenere presente alcuni fattori importanti come: la tiratura, il costo, il tempo e la qualità. Inoltre sarà importante valutare se il prodotto verrà utilizzato in esterna (affissioni, poster 6×3, maxi affissioni, camion vela) o all’interno.
Senza  elencare le differenze tecniche tra i due metodi,  ci concentreremo sul fattore più importante: la tiratura.
La tiratura, è il numero di copie che dobbiamo stampare ed è questo il fattore di cui tenere maggiormente conto nella scelta del tipo di stampa. Confrontando i preventivi vi sarà immediatamente chiaro che la stampa digitale non è conveniente per grandi quantità.

Tuttavia,la stampa digitale ha il grande vantaggio di poter tranquillamente permettersi la stampa di poche copie fino addirittura una sola. Si  riducono così sensibilmente i costi perchè si produce lo stretto necessario.

Viene definita stampa digitale perché il procedimento di stampa si basa sulla gestione di file elettronici come un immagine in formato jepg o un file pdf e questo presenta un altro valore aggiunto a questo metodo: la possibilità di modificare il file sorgente del progetto grafico.

Per spiegarci meglio, supponete di dover creare un biglietto da visita o un volantino. Mediante diversi programma di illustrazione come Illustrator o anche con Photoshop, è possibile realizzare un progetto grafico che una volta terminato diventerà il file sorgente.

Questo file, una volta creato e conservato può essere modificato e aggiornato. Quindi con la stampa digitale, potrete ristamparlo ma avendo un prodotto sempre nuovo e fresco.

Stampa tipografica: conveniente per stampare grandi quantità.
La stampa tipografica o Offset, permette di stampare tirature di medie e grandi dimensioni. I costi iniziali sono abbastanza alti e sono proporzionali al numero di copie stampate, quindi non sarebbe particolarmente indicata per la stampa di 100 volantini.

Però immaginate di dover distriuire per chi deve stampare una elevata quantità di volantini, diventa conveniente perché a parità di costo 10.000 volantini costano quasi quanto 5.000. Insomma più se ne stampano e meno costano.

Le tre regole per realizzare un buon volantino

Le tre regole per realizzare un buon volantino

Volantinaggio sul territorio (Rimini, Santarcangelo, Riccione, Cattolica, Misano, Morciano, Pesaro), ecco come realizzare un buon volantino chiaro ed efficace.

 

Un volantino prima di tutto deve veicolare un messaggio ed attrarre un potenziale cliente verso i tuoi prodotti o servizi. Potrebbe sembrare semplice e quasi scontato realizzare un buon volantino, ma non puoi sbagliare e nulla va sottovalutato per un motivo molto importante.

Un volantino solitamente viene letto solo una volta e poi buttato via, difficilmente viene conservato.  Per questo è importante realizzare un volantino che sappia distinguersi ed invogliare alla lettura completa del messaggio.

Ecco come realizzare un buon volantino:

1

Se vuoi fare bella figura e vuoi portare clienti devi spendere il giusto. Se chi ti stampa il volantino abbassa troppo il prezzo, è naturale che dovrà realizzare un progetto grafico mediocre o standardizzato, riducendo pure la qualità della carta e della stampa, per rientrare nei costi di produzione.

Ti sembrerà di aver  risparmiato. Ma hai pensato a quanti clienti potresti perdere solo per non aver curato abbastanza i dettagli che potevano spingerli ad agire ?

2

Non è forse vero che anche tu ti senti attratto dalle cose belle, curate e di qualità ? Il tuo volantino è quello che ti rappresenta ! Come lo vesti ? Che impressione farà ai tuoi potenziali clienti ? Il progetto grafico è importante per realizzare un volantino efficace. Vanno curati i dettagli, come il logo e la sua collocazione nel  volantino. Ma attenzione un volantino efficace prevede anche uno slogan che faccia un certo effetto su chi lo legge.

3

E’ fondamentale che il messaggio sia chiaro e deve spingere la persona ad agire. La call to action rappresenta tutti i tipi di inviti che dovrebbero fare agire una persona: la richiesta di un preventivo via email, di una telefonata per la ricevere informazioni, recarsi in negozio con il volantino usufruendo di un’ offerta oppure sfruttare determinati giorni ed orari più convenienti per gli acquisti.

La call to action è una modalità di richiesta di azione molto comune nei siti web. Spesso trovi  l’icona del telefono accompagnata dalla scritta “chiama ora”, il pulsante rosso in evidenza per l’invio di un modulo da compilare oppure icone per la condivisione dei contenuti sui social. Per ideare il tuo volantino puoi tranquillamente ispirarti al linguaggio per immagini del web con un’importante ma non invasiva presenza di inviti all’azione.